domenica 28 marzo 2010

Pallottole a orologeria

Recapitata all'indirizzo del premier una busta con pallottole. Le aveva finite?
Che tempistica svizzera in periodo di silenzio elettorale...
Battute a parte, ieri sono velocemente (ma non abbastanza, purtroppo) transitata per il tg 4 e ancora una volta mi sono chiesta che ci fa Fede in onda. 
Da questo episodio delle pallottole è partito lanciandosi in una ricostruzione del clima avvelenato, aggressivo e pieno di odio creato da... (non dice, ma fa intendere). Il colpo di genio è arrivato quando ha tenuto a precisare più volte che la base operativa degli autori di questi episodi era.......suspense.......Bologna! Ecco, avranno pensato i suoi telespettatori, perché Santoro & co. hanno fatto la manifestazione proprio lì. Riprende il discorsetto su questi tipacci che seminano odio e violenza facendo sempre intendere che tutto sommato sono riconducibili...non certo al partito dell'amore. Peccato che gli autori si siano sempre firmati come Anarco-insurrezionalisti.
Capito, Fede? ANARCO-insurrezionalisti!!! Per definizione gli anarchici non si riconoscono in nessun potere  costituito; chiunque ci sia al potere; potere di qualunque genere. Ma sono "sottigliezze" non alla sua portata, mi  rendo conto. E, cosa più grave, non sono certo alla portata del pubblico medio di Rete 4, che si decompone sul divano tra una telenovela, una soap-opera, una trasmissione tra i fornelli, vecchi film, e Walker Texas Ranger  (palese punto di riferimento del premier per i suoi "discorsi al popolo"). A proposito, lo sapevate che l'ineffabile Chuck Norris riesce a contare fino all'infinito 2 volte? Chi non l'ha capita è il pubblico ideale di Fede. O Verdini, per il quale i numeri sono psichedelia pura.

Nessun commento:

Posta un commento