sabato 17 aprile 2010

Strada dei pirla, via (dai) coglioni

Pare che il beneficio del dubbio, quando non la certezza della totale innocenza e della statura da eroe siano dovuti solo in caso di palesi mafiosi (Mangano), politici (B &co., da Dell'utri in giù) o mercenari (Stefio, Cupertino, Agliana, Quattrocchi). I volontari sono, nel migliore dei casi, "pirla e coglioni".
Non è una mia esagerazione; sono parole pronunciate in prima pagina da direttori e giornalisti. Qui di seguito Il Giornale del 13 aprile e Libero del 14, commento di Maria Giovanna Maglie.



 

Fa rabbia, soprattutto, pensare all'episodio dei mercenari italiani rapiti nel 2004. Chi non avesse piena memoria dell'episodio si faccia un giro sul web. Chiarisco, innanzitutto, che uso la parola mercenari non con intenzione dispregiativa, ma semplicemente descrittiva. Mercenario è colui che presta la sua opera per soldi, chi si arruola per soldi. Ciò comporta che il primo filtro nella scelta per chi lavorare stia appunto nel compenso, tutto il resto è in secondo piano (ideologia, valori, metodi, scopi). Qualcuno vuole intitolare una via a Quattrocchi, ucciso dai terroristi durante il sequestro; la sua memoria, si dice, è stata riabilitata: non era un mercenario, ma un disoccupato bodyguard che cercava lavoro all'estero. Sì, d'accordo, intitolate pura una via al povero Quattrocchi ucciso sul lavoro, ma fatelo per tutti gli altri morti sul lavoro allora. La mia rabbia, certo, è nulla in confronto a quella dei familiari dei morti a Nassiriya, ai quali non era neanche stata proposta la medaglia al valore pensata invece per Quattrocchi. Ma vi ricordate come si sono dati da fare "i nostri" (per carità...) per liberare i 4? E le feste sponsorizzate sui palchi al loro ritorno in patria? Maliziosa se dico che alcuni (non so se tutti) erano simpatizzanti della destra? Forse no, vista la presenza di La Russa su uno di quei palchi in festa. E il personale impegno di alcuni candidati di AN. Ora, invece, sembrano tutti cercare il modo per far passare il tempo, sperando che le cose si risolvano da sé, magari con la morte accidentale di qualcuno... Perché il governo, l'ha già detto in occasione delle ultime regionali, aiuta solo gli "amici".

Nessun commento:

Posta un commento