mercoledì 25 agosto 2010

Pontifex e l'omosessualità: la ricetta per la guarigione passa dalle solanacee. Ma Luca Di Tolve lo sa?

Nonostante gli amministratori del sito insistano nel dire che la loro non è una fissazione, pare di cogliere dalla frequenza del tema nei loro post che ci sia una presunta "emergenza gay" nel mondo, di cui solo loro, illuminati, riconoscono la gravità. 
Queste le misurate e cristiane parole usate (da notare l'uso perverso dell'accento acuto in luogo del grave; pure le vocali c'hanno chiuse...):
"la omosessualità é una malattia, una patologia che ammorba ed assale, che la pratica di questi atti perversi va contro il progetto  di Dio e lo offende al pari di chi ruba, commette adulterio, froda il fisco e fa leggi ad personam".
 
Quindi, tra di loro, quando criticano le leggi ad personam del presidentissimo, diranno che si tratta di "frociate"?

Intervista a Monsignor Antonio Vacca, vescovo emerito di Alghero, a proposito del concerto di Elton John:
Che cosa pensa della dichiarata e sbandierata omosessualità del cantante inglese?: " se la omosessualità rimane casta e pura, siamo nella malattia e nessuno può farci nulla salvo sperare nella conversione e nella guarigione pregando. Ma quando questa tendenza arrivi a vette depravate e contro natura come la pratica di atti, siamo in una situazione grave che viola la legge naturale e non solo quella di Dio. Una violenza alla normalità".

In questo recente articolo commentano, invece, la nascita della figlia di una coppia gay:
"Figlia di una cosa abominevole, disgustosa, assurda. Figlia di un gioco perverso e depravato che dimostra ancora una volta i danni che la omosessualità e la sua legittimazione provocano".
"Una vergogna, si dica chiaramente e si corra ai ripari contro questa aberrazione dei tempi, questa lebbra che é la pratica omosessuale e la sua esaltazione"
.

Qui, ancora, si arriva a trattare il tema partendo dalla citazione evangelica della "porta stretta" che conduce alla salvezza; sorvolerò sulla facile ironia che suscitano le parole di alcuni religiosi sui pertugi stretti che sono difficoltosi ecc...
Qui e altrove, però, da notare l'idiosincrasia per gli apostrofi...eppure...basta cambiare genere e relativo articolo e sono tutti a proprio agio:
"La omosessualità é un disordine molto grave che rende l' uomo contro natura, ossia va contro il progetto di Dio in quanto l' uomo é attratto dalla donna e l' atto sessuale serve alla riproduzione. Dunque davanti ad atti omosessuali siamo al cospetto di un prodotto avariato, degenerato dal vizio. Io credo che omosessuali si diventi ache a seguito di una vita disordinata, viziosa e perversa!".
 
Capito? E allora, cari miei, iniziate a fare una vita sana; potreste iniziare dall'alimentazione: basta finocchi, mangiate melanzane come vi ha delicatamente suggerito un brav' uomo qualche giorno fa! Ecchecazzo!

Nessun commento:

Posta un commento