martedì 5 ottobre 2010

Effetto barnum, il circo degli attentatori



Mai sentito parlare di effetto Forer o Barnum?
Da Wikipedia: "L'effetto Forer (anche chiamato effetto di convalida soggettiva o effetto Barnum dal nome di P.T. Barnum, noto circense) è l'osservazione secondo cui ogni individuo, posto di fronte a un profilo psicologico che crede a lui riferito, tende a immedesimarsi in esso ritenendolo preciso e accurato, senza accorgersi che quel profilo è abbastanza vago e generico da adattarsi ad un numero molto ampio di persone".
È insomma la tendenza a credere ad affermazioni generiche costruite esplicitamente per rivolgersi più o meno a tutti.
Un esempio:
Senti il bisogno di piacere e di assere ammirato, ma allo stesso tempo hai la tendenza a essere troppo autocritico. Il tuo carattere presenta alcune debolezze, ma in generale sei capace di compensarle. Hai delle notevoli potenzialità che non hai ancora sfruttato a tuo vantaggio. Nonostante esteriormente mostri disciplina e autocontrollo, dentro di te tendi a essere inquieto e insicuro. A volte ti chiedi seriamente se hai fatto la scelta o la cosa giusta. Preferisci i cambiamenti e la varietà e sei insoddisfatto quando ti senti costretto o limitato, Ti dichiari orgoglioso di essere un libero pensatore, e non accetti le idee degli altri finché non ti vengono portate prove sufficienti in loro favore. Ma hai scoperto che non è intelligente rivelarsi troppo agli altri. A volte sei estroverso, affabile e socievole, mentre altre volte sei introverso, chiuso e riservato. Alcune tue aspirazioni sembrano essere irrealizzabili.

Tutto risale ad un esperimento condotto dallo psicologo Forer nel 1948.
 
Questo stratagemma oggi viene usato per stilare oroscopi, profili personali, nei seminari motivazionali o dai guru delle più svariate sette, comunque da ciarlatani.

Certo non mi sarei aspettata che anche un identikit potesse dar luogo a un tale effetto Forer (in questo caso è più adatto usare l'altro nome, ispirato ad un famoso circense)
Le prove:

 E, infine, l'illusione della stanza degli specchi...

Nessun commento:

Posta un commento