martedì 5 luglio 2011

La notte della rete in diretta


Online video chat by Ustream

Una rete che assomiglia a una gabbia

Nonostante il mio cervello a volte prolunghi il suo standby quotidiano, si rimette in moto velocemente, in preda ad attacchi di claustrofobia, non appena qualcuno o qualcosa cerca di imbrigliarlo. 
C'è gente che ci prova da anni a mettere sotto silenzio le opinioni che navigano felici sul web e ora, approfittando del caldo, le vacanze, le preoccupazioni economiche, i presunti tentati omicidi in Val di Susa e le repliche tv di guiness e tamarri nuovi di zecca, arieccoli, zitti zitti, tra le pieghe della difesa del copyright...
E così mi tocca fare la molesta e diffondere a tappeto l'appello a tutti.
Questo blog è una caccola e se dovesse essere oscurato nessuno se ne accorgerà, ma ci sono blog importanti e di grande diffusione che secondo me rendono un servizio fondamentale a tutti noi: ci informano!
'Sti tamarri arrapati con l'iPad e il vestito buono non possono vincere!
Non voglio l'idiocracy, con tutti noi preda di un inarrestabile processo di involuzione, costretti a vedere le repliche delle soap di rete4, le faccine della D'Urso, le chiappe sulle trasmissioni di "approfondimento" tipo Tabloid e Bikini, Signorini
in cucina che fa sfoggio della sua cultura classica dilettandoci con doppi sensi su zucchine e carote  ...
Voglio che le idee, le informazioni, le immagini, le parole girino liberamente. Le parole di tutti.
Voglio poter scegliere.
Voglio che tutti voi possiate scegliere.